NEWS

Via libera del Garante della privacy all'utilizzo dei dati biometrici come base per generare password. In particolare, il meccanismo sottoposto dalla Michelin Italia all'Authority riguarda l'uso della voce dei dipendenti come parametro per impostare automaticamente i codici di accesso ai sistemi informativi della società. L'Autorità...

Riconoscimento vocale per avere password sicure. Il Garante per la protezione dei dati personali ha autorizzato una multinazionale a utilizzare un sistema di riconoscimento biometrico basato sul rilevamento delle impronte vocali dei propri dipendenti per gestire in maniera sicura e reimpostare automaticamente la password necessaria...

Il premier: "Nel ddl 5 anni di carcere anche per giornalisti" Roma, 7 giu. (Apcom) - La stretta sulle intercettazioni telefoniche annunciata più volte da Silvio Berlusconi in campagna elettorale è imminente. Da Santa Margherita Ligure il presidente del Consiglio promette che il ddl sarà approvato...

WASHINGTON - In altri dieci aeroporti degli Stati Uniti sono stati installati, tra le polemiche, sofisticati scanner che controllano i passeggeri guardandoli nudi ai raggi x. Gli speciali apparecchi in grado di guardare sotto i vestiti dei viaggiatori al controllo sicurezza sono gia' una realta'...

Mi fa notare l'avvocato Guido Scorza che, sull’onda dell’entusiasmo militante dopo la pubblicazione dei 740 online da parte dell’Agenzia delle Entrate è nato Evasori.info, un inquietante servizio di mappatura dell’evasione fiscale che si consuma in Italia. Leggi tutto ...

Roma, 6 giu - Password piu' sicure con il riconoscimento vocale. Il Garante privacy ha autorizzato una multinazionale ad utilizzare un sistema di riconoscimento biometrico basato sul rilevamento delle impronte vocali dei propri dipendenti per gestire in maniera sicura e reimpostare automaticamente la password necessaria...

Lo riafferma il Garante per la Privacy. I motori di ricerca non sono esclusi dall'obbligo di cancellare i dati raccolti dopo sei mesi e conservarli solo per effettive necessità. I motori di ricerca sono tenuti a rispettare i principi e gli obblighi sanciti dalla direttiva...

Nel mese di Marzo 2008 il Tribunale di Roma ha emesso un’ordinanza particolarmente importante sul piano consumerista, concernente il delicato profilo della tutela della privacy. La peculiarità della decisione si rinviene nell’interessante opera di bilanciamento degli interessi coinvolti compiuta dal giudice il quale, nell’armonizzare tanto...

Il 64% dei cittadini europei è preoccupato per la propria privacy. In Italia, tuttavia, solo 12 persone su 100 si dicono molto preoccupate. Lo rivela l’indagine Eurobarometro sulla protezione dati nell’Unione Europea che ha rilevato la persistenza di molte ombre nel sistema di tutela. ...