«La tutela della privacy è prioritaria»