Quando il telefonino uccide

11 Ago Quando il telefonino uccide

Pare non abbia retto al dolore e ai ricordi di quel che le era capitato due anni prima. Perciò si è suicidata.
Uno sparo ed è andata via. Via da certi sguardi; da certi residuali pettegolezzi; dall’insidia violenta di quelli che la ricordavano, forse, per un episodio avvenuto quando aveva soltanto quattordici anni e sul quale polizia e magistratura erano intervenute a renderle giustizia. Leggi tutto