Intercettazioni, Berlusconi: “Non c’è urgenza Si faranno per reati con pena oltre i dieci anni”

13 Giu Intercettazioni, Berlusconi: “Non c’è urgenza Si faranno per reati con pena oltre i dieci anni”

A Napoli il premier precisa che l’inserimento nell’ordine del giorno del prossimo Consiglio dei ministri è stato ‘un errore materiale’. Il provvedimento prevede che le intercettazioni non possano essere prolungate oltre 3 mesi. Non ci sono le “condizioni di urgenza”. Silvio Berlusconi spiega il motivo per cui sulle intercettazioni ci sarà un disegno di legge e non un decreto legge. Leggi tutto